martedì 21 marzo 2017

Zuppa altoatesina

Ecco la ricetta di una zuppa gustosissima, tipica della zona Altoatesina. La ricetta l'ho trovato in un gruppo di cucina. Facile da fare , pochi ingredienti ,ma buonissima

Ingredienti 
per 4 persone
1 carota grande
1 costa di sedano
1 cipolla
erba cipollina
gr.30 burro
gr.100 speck 
lt.2 brodo di carne o di pollo
gr.250 orzo perlato
grana grattuggiato

Procedimento
 Lavare e tagliare a tocchetti le verdure.

Rosolare con il burro lo speck tagliato a dadini.
 Aggiungere le verdure e soffriggere.
 Soffriggere lentamente.
 Aggiungere il brodo .
 Fate bollire e cucinate a fuoco lento e coperto per 30 minuti. Aggiungere gr.250 orzo perlato e cucinate per altri 30 minuti, se serve aggiungete dell'altro brodo se serve.
Alla fine aggiungete un pò di erba cipollina, salate e pepate
Servire la zuppa calda con una generosa spruzzata di parmigiano grattuggiato
Alla prossima ricetta
Antonella

martedì 28 febbraio 2017

Pane rustico tipo Pugliese con pasta madre

Questo è un pane di tipo casereccio, io ho usato una farina di tipo 1 biologica, è una farina macinata a pietra , e' meno raffinata perciò profumi e sapori del passato. Molto più digeribili per l'alto contenuto di fibre, contengono molte vitamine.
Ingredienti
gr.600 farina di tipo 1 
gr.130 lievito madre o gr.12,5 lievito di birra
ml.390 acqua
gr.12 sale
1 cucchiaino malto

Procedimento

Impastare gli ingredienti, sciogliere l'acqua con il lievito e per ultimo il sale.
Mettere a lievitare in un cestino ricoperto da un tovagliolo e cosparso da farina di semola.
Per chi usa il lievito madre , quando l'impasto e' lievitato ponetelo in frigorifero per tutta la notte.
La mattina lasciate l'impasto a temperatura ambiente per 2 ore e poi procedere come con quello di birra.
Fate lievitare in forno spento con la luce accesa fino al raddoppio. Se usate il lievito di birra i tempi saranno più veloci che con la pasta madre.
Rovesciate l'impasto sulla placca del forno cosparsa con farina di semola . Fate lievitare ancora per 30 minuti.
Fate dei tagli con un cutter o una lametta bagnata nell'acqua.
Infornare in forno preriscaldato a 250 gradi per 15 minuti , poi abbassare il forno a 180 gradi per 30/35 minuti






Io lo taglio a fette e lo conservo in freezer , quando ne ho bisogno ho sempre la mia scorta.
Alla prossima ricetta
Antonella

sabato 25 febbraio 2017

Involtini di manzo con formaggio e speck



Adoro gli involtini di carne di manzo con vari ripieni, qui in questo caso ho  adagiato delle fette di provola affettate e una fetta di speck tagliato finemente. Poi cucinato in padella lentamente, così alla fine ci ritroveremo con un buon sughetto.
Ingredienti
per 3 persone
6 bistecchine di manzo 
6 fette di provola
6 fette di speck
sale
farina 00
burro 1 noce
olio evo
1/4 di bicchiere di vino bianco

Procedimento
 Salare da ambodue le parti le bistecche.
 Batterle con il batticarne.
 Coprire con il formaggio.
 Sopra mettete la fetta di speck.
 Arrotolare e chiudere con uno stuzzicadente.
 Ecco qui pronti.

 Infarinateli.
 Sciogliere in una padella l'olio e il burro.
 Fate prendere colore da ambo le parti
 Bagnate con il vino bianco.
Fate evaporare il vino e se serve aggiungete un goccio d'acqua, controllare di sale .

 Servite caldi .

Alla prossima ricetta
Antonella

mercoledì 22 febbraio 2017

Pagnotta con farine miste con pasta madre

Questo pane è nato dall'impellente bisogno di consumare varie farine già aperte, naturalmente poi ne ho comprate di nuove. Ho usato il lievito madre , ma potete usare anche il lievito di birra direi che vi basteranno 10 grammi, meno ne mettete , più il pane sarà buono, però dovrete aspettare di più per la lievitazione.
Come potete vedere il colore non è bianco perchè ho usato una piccola percentuale di farina di segale.
Ingredienti 
per una pagnotta
gr.150 pasta madre o gr.10 lievito di birra
totale gr.450 farine miste:
gr.50 farina di segale
gr.50 farina di semola rimacinata
gr.100 farina di tipo 1 biologica
gr.100 farina di kamut
gr.50 farina di farro
gr. 100 farina manitoba
ml.280 acqua a temp. ambiente
ml.20 olio evo 
1 cucchiaino malto
gr.10 sale 

Procedimento

 Sciogliere il lievito madre o di birra con l'acqua e aggiungere i vari ingredienti lasciando per ultimo il sale. Incordare . Mettere l'impasto nella spianatoia infarinata e date le pieghe a tre per 3 volte lasciando riposare dopo ogni piega per mezzora.Finito il giro di pieghe pirlare l'impasto e fatelo riposare coperto per 1 e 1/2 .
 A questo punto mettiamolo sopra un tovagliolo infarinato con farina di semola. Sotto e sopra.
 Chiudere con i lembi del tovagliolo.
 Mettetelo in un sacchetto di nylon e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno 2 ore.
Rovesciate l'impasto  sulla spianatoia e fare di nuovo il giro pieghe da 3 per 3 volte facendo riposare ogni giro piega per 30 minuti. Fate la pirlatura e serrate molto bene l'impasto. Fate lievitare in forno spento con la luce accesa fino al raddoppio. Accendete il forno a 200 gradi. Tagliate il pane con una lametta e infornate. Ci vorranno circa 30 minuti, guardate voi la cottura dipende molto dal forno.
 Fate raffreddare sopra una grata per levare l'umidità.

Buon appetito
alla prossima ricetta
Antonella

martedì 21 febbraio 2017

Ravioli al branzino con sugo di cicale di mare

Questo piatto l'ho preparato per una cenetta al lume di candela con mio marito per San Valentino. Devo dire un piatto delicato e buonissimo. Il sugo che sarebbe Boreto de canocce alla graisana (Brodetto di cicale di mare alla gradese) un piatto tipico della mia Isola :Grado.
I ravioli si prestano ad essere accompagnati anche da un sughetto più delicato, pomodorini freschi , oppure direi un sughetto con code di gamberi e zucchine, devo provare e poi mettrò il link della ricetta. Questa ricetta l'ho fatta in due steps , prima ho fatto i ravioli e li ho congelati, alcuni giorni   dopo ho fatto il sugo e li abbiamo mangiati. Ne ho ancora due porzioni in freezer , alla prima occasione ce li mangiamo.
Ingredienti 
per la pasta fresca
circa 50 ravioli
gr.200 farina 0
2 uova intere
1 pizzico di sale
per il ripieno
2 branzini da porzione
2 spicchi aglio
olio evo
2 cucchiai rasi di pan grattato
1/4 di bicchiere di vino bianco secco
sale e pepe
per il sugo di cicale di mare
kg.1 cicale di mare (canoce)
olio evo 
2 spicchi aglio 
2 cucchiai pan grattato
1 bicchiere di acqua bollente
sale e pepe

Procedimento
Iniziamo con l'impastare la pasta , formate una palla e tenetela a campana per un'ora sotto alla terrina.
Io tiro la pasta con la macchinetta, non sono così brava di tirarla fine con il mattarello. Metteteci un po' di impasto distanziandol di circa 5 cm.
 piegare a metà la pasta ricoprendo il ripieno , io bagno leggermenti gli orli con un goccio di acqua, premo bene con le dita e taglio con la rotellina.
Mettete i ravioli su un canovaccio a riposare e poi metteteli in un vassoietto in freezer , quando sono freddi metteteli in un sacchetto di nylon e rimetteteli in freezer e continuate così fino a quando avrete congelato tutti i ravioli. Al momento della cottura , fate bollire l'acqua, salatela e versate i ravioli congelati , abbassate la fiamma e ricoprite con il coperchio, così durante la cottura(4/5 minuti) no si rompono.
Il ripieno
Se non lo sapete fare , fatevi sfilettare i branzini dal vostro pescivendolo di fiducia.
In una padella mettete un pò di olio evo con gli spicchi d'aglio e fateli rosolare fino a quando avranno un colore bronzato. Buttate i filetti di branzino e rosolatelo ,mescolando a fiamma molto vivace,
Aggiungete il pan grattato e fatelo colorare a fiamma alta, poi bagnate con il vino bianco e fate evaporare. Salate e pepate e asciugate bene il ripieno. Fatelo raffreddare prima di usarlo com ripieno.

Il sugo dei ravioli
 Qui troverete il procedimento del boreto de canoce, da come si puliscono e come si cucinano
Quando il sugo si sarà raffreddato levate la polpa delle cicale di mare e mettetela nel sugo.
Assaggiate di sale e pepe.
Tenete il sugo in caldo , lessate i ravioli e quando sono pronti con la schiumarola tirateli fuori dall'acqua , come si fa con gli gnocchi, e saltateli nella padella con il sugo  a fuoco vivace per un minuto .
Mi auguro che vi siano piaciuti , come sono piaciuti a me e alla mia famiglia. Certo pensate che sia un lavoraccio , ma se come me dividete il lavoro in diversi giorni vedrete che non vi stancherete.
Buon appetito
Antonella
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...