martedì 20 marzo 2018

come fare le orecchiette pugliesi

 Queste sono le orecchiette pugliesi fatte insieme al gruppo di Facebook Quelli con le mani in pasta allegramente. Devo dire che non sono difficili da fare , anzi quando prendi la mano vai avanti di filata. Non vi dico il gusto nel mangiarle, naturalmente in puglia vengono accompagnate da un sugo con le cime di rapa, ma credetemi che sono buonissime anche con una semplice salsa di pomodoro fresco e basilico.
 Ingredienti 
per 4 persone
gr.400 farina di semola rimacinata
ml.200 acqua tiepida
un pizzico di sale

PROCEDIMENTO
 In una spianatoia di legno pesate la semola rimacinata e l'acqua tiepida.
 Versate la semola e nel centro fate un buco. Aggiungete un pizzico di farina.
 Versate piano piano l'acqua portando all'interno con le mani la farina.
 Formate una palla , deve essere molto elastica. Fate riposare l'impasto per 30 minuti avvolta da pellicola.
 Tagliate un pezzetto di pasta , il resto tenetelo coperto con un canovaccio.
 Formate con le mani un filoncino dal diametro di un dito, se avete bisogno spolverate la spianatoia con della semola, io non l'ho fatto. Tagliate un pezzettino.
 Prendete un coltello con la lama arrotondata e mettete sopra e strascinate leggermente. A questo punto rigiratela nel dito.



Lessatele in abbondante  acqua bollente e salata. Ci vorranno circa una decina di minuti. Per conservarle potete conservarle in freezer, oppure in un sacchetto di nylon per alimenti in frigorifero per alcuni giorni, si possono anche seccare all'aria.

vi allego un video preso da youtube che vi mostrera' come trascinare il coltello per dare la forma alle orecchiette, mi auguro vi sia utile.
Alla prossima ricetta
Antonella

venerdì 16 marzo 2018

Spaghetti con i sardoni

Oggi è Venerdì e come da tradizione a casa mia mangiamo il pesce. Oggi ho preparato gli spaghetti con i sardoni, un buonissimo pesce azzurro. La ricetta è tipica della mia isola e potete gustarla in qualsiasi ristorante gradese.
Ingredienti 
per 4 persone
gr. 500 sardoni freschi
2 spicchi di aglio
olio evo
4 cucchiai di aceto bianco
ml.125 acqua bollente
qualche pomodorino fresco
5 cucchiai di passata di pomodoro
sale e pepe 
spaghetti

Procedimento
 Iniziamo a pulire i sardoni.
Levate la testa e vi usciranno anche le budella.

Aprite a metà il pesce 
 
Tirate via la lisca e la coda , con un coltello grattate via le squame. 
 Passate sotto l'acqua per pulirle bene, asciugatele con carta da cucina.
 Preparate i pomodorini, lavateli e tagliateli a pezzetti.
 In una padella mettete l'olio e i spocchi d'aglio
 Fateli diventare neri e poi toglieteli.
 Adagiate i filetti facendo attenzione a non romperli .
 Fateli rosolare bene.Non mescolate con il cucchiaio di legno ,ma muovendo la pentola. Salate e pepate generosamente.
 Quando saranno belli dorati bagnateli con l'aceto e fate evaporare, il fuoco deve essere sempre vivace.
 Quando l'aceto è evaporato aggiungete il pomodori a pezzetti e fateli rosolare.
 I pomodorini rilasceranno la loro acqua e a queso punto aggiungete ml.125 acqua bollente.
 fate consumare alcuni minuti e aggiungete la passata di pomodoro, continuare la cottura per alcuni minuti , fino a quando il sugo si sarà addensato. Assaggiate di sale e pepe.
Prima di scolarli tenete alcuni cucchiai dell'acqua di cottura. Fate saltare gli spaghetti nella padella con il sugo di sardoni, aggiungete qualche cucchiaio di acqua di cottura.
 Servite e buon appetito.
Antonella

martedì 13 marzo 2018

Vellutata al porto con stelle ripieni di carne

Questo è un primo piatto da presentare in occasioni importanti, io l'ho servito come uno dei primi piatti al pranzo di Natale. Non è difficile da fare. Per le stelline ho usato la mia ricetta per i tortellini fatti in casa. La ricetta dei tortellini la troverete qui
Ingredienti
per 10 persone
per le stelline di pasta fresca
per la pasta:
gr.400 farina
4 uova intere
un pizzico di sale
per il ripieno
gr.150 polpa di maiale
gr.150 polpa di vitello
gr.100 salsiccia
gr.100 prosciutto crudo
gr.50 mortadella
1 uovo intero
gr.150 parmigiano grattuggiato
1/2 cucchiaio pane grattuggiato
gr.30 burro
sale
noce moscata
Per la vellutata al porto
2 scalogni
ml. 500 brodo di carne
2 bicchierini di porto
1 cucchiaio maizena
2 rametti rosmarino
ml. 100 panna fresca
gr. 60 burro
olio evo 
sale e pepe

Procedimento
Preparate l'impasto il giorno prima e conservatelo in frigorifero. Il procedimento con le fotografie passo a passo lo trovate qui  Per fare le stelline procedete come da foto, ma se volete potete fare dei ravioli o tortellini.
Tagliare con un coppapasta in questo caso ho usato una stella per tagliare i biscotti
Eccola pronta
Se li fate qualche giorno prima potete metterli in freezer, adagiateli in un vassoio e mettete in freezer. Quando saranno congelati metteteli in un sacchetto di nylon e riponeteli in freezer. Quando vi seviranno buttateli direttamente ancora congelati in acqua bollente salata e fate cuocere per alcuni minuti.
Sciogliamo il burro con l'olio evo i scalogni finemente tritati.
Rosolate per bene e aggiungete meta' del rosmarino.
Aggiungete i 2 bicchierini di porto
 
Fate evaporare sempre mescolando.Stemperate la maizena con un pò di brodo caldo e aggiungete al soffriito.
Aggiungete il rimanente brodo di  carne.
Per finire la panna, fate addensare , deve rimanere abbastanza liquida. Salate e pepate.
Lessate le stelline in acqua bollente salata. Bateranno pochi minuti di cottura.

Mettete un mestolino di vellutata in un piatto fondo , aggiungete le stelline scolate, io ne ho messo 5 per porzione. Qualche foglia di rosmarino e macinate un po' di pepe nero
E buon appetito
Antonella

venerdì 9 marzo 2018

Agnolotti al radicchio di Treviso e ricotta

Questi sono gli agnolotti che ho fatto per festeggiare La festa della donna con mio marito. Una cenetta intima noi due soli. Soni ripieni con radicchio di Treviso e ricotta, li ho serviti con burro fuso e grana e devo dire che sono buonissimi.
Ingredienti 
per 40 agnolotti
per la pasta
3 uova
gr.300 farina 00
pizzico di sale
semola per tirare la pasta
Per il ripieno
2 cespi di radicchio di Treviso
gr.100 ricotta di ottima qualità
3 cipollotti
1/2 bicchiere di vino bianco
sale e pepe
parmigiano grattuggiato
burro una noce
olio evo

Procedimento
 Lavare le verdure , affettare i cipollotti e tagliare il radicchio a pezzetti
 In una padella soffriggete i cipollotti tritati con una noce di burro e un filo d'olio evo.
 Poi aggiungere il radicchio.
 Quando il tutto era ben rosolato bagnare con il vino bianco e fare evaporare. Salate e pepate. asciugate per bene il radicchio, se trovate che non sia ben cotto  aggiungete un goccio d'acqua.
In un frullatore mettete il radicchio e la ricotta e frullare.
 Aggiungete il parmigiano grattuggiato, guardate voi quanto ce ne vuole , secondo il vostro gusto. se serve salate.
Mettete a riposare il ripieno in frigorifero almeno per 3 ore. Potete farlo anche il giorno prima.
 Facciamo la pasta . Mettete la farina, le uova e un pizzico di sale e con una forchetta sbattete all'interno le uova prendendo piano piano anche un pò di farina. Poi lavorate con le mani , fino a quando avrete una pasta elastica.
  Ricopritela con pellicola e fatela riposare a temperatura ambiente per 30 minuti.
 Tirate la pasta con il mattarello molto finemente , o come ho fatto io con la macchinetta.
Tagliate con il tagliapasta dei cerchi. Nel centro aggiungete un pò di ripieno.
 Piegateli a metà e chiudeteli bene tutto intorno.
 Potete conservarli in frigorifero per alcuni giorni. Io li ho messi in freezer un pò alla volta in un vassoio, quando sono congelati li ho riposti in un sacchetto.
Al momento che vi serviranno buttateli in acqua salata bollente ,ancora surgelati, dopo qualche minuto scolateli e saltateli in padella con burro, un pò di acqua di cottura . Spegnete il fuoco e spolverate generosamente con parmigiano grattuggiato.
Sono buonissimi , perchè hanno quel tocco amaro che rilascia il radicchio,ma la dolcezza della ricotta
Provare per credere
Alla prossima ricetta 
Antonella
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...