venerdì 19 settembre 2014

Parmigiana di melanzane


 
Come si fa a resistere a una parmigiana di melanzane? Io non ci riesco, a me piace tantissimo. Alle volte friggo le melanzane (io adoro le melanzane fritte), ma di solito le griglio, sapete per la dieta.
So che molti di voi sanno cucinare la parmigiana di melanzane, ma siccome il mio blog è nato per lasciare le mie ricette a mia figlia, non posso non mettere questa ricetta.
Ingredienti
per 4 persone
2 melanzane grandi o 3 piccole
sale
olio per friggere
2 vasi grandi di pelati
1 spicchio di aglio
basilico
mozzarella in filone
gr.100 parmigiano reggiano

Procedimento

 
Lavate e tagliate le melanzane mettetele a spurgare con il sale grosso per alcune ore.

 
Nel frattempo preparate la salsa di pomodoro. In una casseruola mettete l' olio evo con uno spicchio d' aglio, appena inizia a imbiondire mettete i pelati passati, o i pomodori freschi.

Tagliate con le dita le foglie di basilico.

e mettetelo nella salsa salate e pepate.

Consumate a fuoco lento con il coperchio la salsa.

Infarinate leggermente le melanzane, prima asciugate con della carta assorbente da cucina e friggetele per qualche minuto.
Mettetele sopra a fogli di carta assorbente da cucina per assorbire l'olio in eccesso.

In una pirofila da forno formate uno strato con le melanzane.

Ricoprite con la salsa di pomodoro.

Con la mozzarella in filone (che è più asciutta).

e una generosa spolverata di parmigiano.

Di nuovo uno strato di melanzane, salsa di pomodoro , mozzarella e per finire il formaggio parmigiano grattuggiato .

Infornate in forno già preriscaldato a 180 gradi per 20/30 minuti. Servirlo caldo.
Buon appetito
Alla prossima ricetta
Antonella

mercoledì 3 settembre 2014

Ebook Parmigiano Reggiano

http://bit.ly/1x4wTi9

E' con grande orgoglio e soddisfazione che vi presento in anteprima l'ultimo nato: un'ebook interamente dedicato al Parmigiano Reggiano, Ricette, storia, e tante tante altre cose che ho scritto in collaborazione con altre 4 amiche foodbloggers.
La pubblicazione è stata realizzata con il patrocinio del CONSORZIO DEL FORMAGGIO PARMIGIANO REGGIANO, che ringraziamo di cuore, ed è gratuita e liberamente fruibile e condivisibile. Cliccate sopra la fotografia per scaricare l'EBOOK GRATIS
Al prossimo ebook 
Antonella

venerdì 27 giugno 2014

Polpettine cuor di parmigiano al curry

 
Ed ecco qui la mia terza ricetta eseguita per l' ebook Lo speciale Parmigiano presto in rete. Parliamo di polpettine di carne di manzo con un cuore morbido e filante di parmigiano e una impanatura croccante  fatta con la farina di mais aromatizzata con il curry.
Che dire se non provatele. L'impasto è quello per le polpette di carne.

Ingredienti
per una ventina di polpette

gr.500 carne macinata di manzo scelta
6 fette di pan carre’
gr.100 parmigiano grattugiato
4 uova intere
latte
prezzemolo tritato
pane grattugiato q.b.
parmigiano a pezzetti
sale
curry q.b.
farina di mais gialla
lt.1 olio per friggere

Procedimento 
 
 
In una ciotola mettete ad ammollare il pan carrè  con il latte, strizzatelo e scolate il latte in eccesso.

 
Impastate le polpette unendo al pane strizzato la carne macinata, il grana grattuggiato, le 2 uova intere, prezzemolo tritato e il sale.  Impastate bene aggiungendo il pane grattuggiato affinchè l'impasto non rimanga appiccicoso.
 
 
Ora ponetelo in frigorifero per 2 ore.
 
 Tagliate a dadini il parmigiano, servirà per farcire le polpette.

 Formate la polpetta prendendo un cucchiaio d'impasto e inserite al centro un dadino di parmigiano.

 
Formate la polpettina chiudendola e arrotolandola per bene .

 Passatela nel pane grattuggiato.

 Eccole qui pronte, passiamo all'impanatura.

 Sbattiamo 2 uova intere unendo un pizzico di sale e una ricca spolverata di curry.

 
Immergetevi le polpettine una alla volta.
 
 Ora passatele nella farina di mais gialla, quella per fare la polenta. Premete bene affinchè la farina di mais si attacchi bene all'uovo.

 Ora passiamo alla frittura.

 Portate ad ebollizione l'olio e immergetevi le polpettine per alcuni minuti, rigirandole.

 
Scolatele e fatele asciugare dall'olio in eccesso in carta assorbente da cucina.
 
 Servitele calde così potrete gustare il ripieno filante e la croccantezza dell'impanatura.
Buon appetito.
Alla prossima ricetta
Antonella






martedì 17 giugno 2014

Boreto de canoce o canocchie in brodetto

 
Questa è una ricetta tipica della cucina gradese, le canocchie sono chiamate anche cicale di mare,io le adoro cucinate così con il sughetto e accompagnate da una polentina rigorosamente bianca. Lo so è davvero noioso pulirle, ma alla fine ne vale la pena. Provate e poi mi direte se vi sono piaciute. 
La cottura, a parte la pulizia delle canocchie, è veloce diciamo che in una ventina di minuti sono pronte da gustare.

Ingredienti
per 3 persone
kg.1 canocchie
olio evo
2 spicchi d'aglio
2 cucchiai pane grattuggiato
sale e pepe

Procedimento

 
Bisogna pulirle subito ancora vive altrimenti si svuotano.Qui sopra potete vederle prima di pulirle.

 
Con le forbici da cucina tagliate tutte le zampe e ai lati  tagliate tutto intorno e per finire un taglio nel dorso che vi aiuterà ad aprirle per mangiarle. La canocchia come nella foto sopra è pronta per essere cucinata. Se non sapete farlo su youtube troverete dei video che insegnano a pulirle.

 
In una casseruola capiente di alluminio, fate colorare l' aglio, quando sarà quasi nero , toglietelo dal fuoco.
 
Aggiungere le canocchie e  mescolare, fatele rosolare a fuoco vivace-

 
Quando avranno assunto il colore rosato è il momento di aggiungere il pan grattato.

 
Fate imbiondire a fuoco vivace il pane grattuggiato.

 
Quando il pan grattato avrà assunto un bel colore bronzato aggiungere un bicchiere di acqua calda, la quantità dell'acqua dipende dalla quantità delle canocchie non dovranno essere sommerse, ma dovranno essere come nella foto.
Coprite la pentola con il coperchio e abbassate leggermente la fiamma.


Alla fine salate e mi raccomando pepate abbondantemente è la prerogativa dei brodetti di pesce alla gradese . Consumate il sughetto e servite in tavola accompagnate dalla polenta bianca.
Direi di accompagnare questo piatto con un buon bicchiere di prosecco o vino bianco fresco.
Alla prossima ricetta
Antonella







domenica 25 maggio 2014

Vellutata di parmigiano e zafferano

 
Questa è la seconda ricetta che ho elaborato sempre per inserire nell'ebook che stiamo preparando noi quattro foodblogger. Ho pensato a una vellutata, che io adoro, penso proprio che sarà uno dei primi piatti del mio pranzo di Natale 2014. Pochi ingredienti ,ma il risultato è ottimo, naturalmente fatta con il brodo di pollo.
Ingredienti 
per 4/6 persone 
1 cipolla
3 patate grandi
1 vaso di fagioli cannellini
gr.20 burro
olio evo
lt.2 brodo di pollo
ml.250 panna fresca
gr.100 parmigiano grattugiato
2 bustine zafferano
prezzemolo tritato
sale e pepe

Per il brodo di pollo
mezzo pollo
sedano
1 carota
1 cipolla
  
Procedimento

 
 Prepariamo il brodo facendo bollire il pollo insieme alle verdure per un’ora e mezza. Filtratelo.
In un’altra pentola mettete la cipolla insieme al burro e un filo d’olio.
Soffriggete, sempre mescolando, la cipolla per qualche minuto.

 
Pelate le patate e tagliatele a pezzetti.
 
 
Sempre mescolando fate imbiondire la cipolla, attenzione a non bruciarla.
 
 
Unite le patate e rosolatele affinchè acquistino gusto.
 
 
Mettete i fagioli cannellini con la loro acqua.
 
 
Diluite il tutto con il brodo di pollo. Se cucinate a pentola a pressione dal momento del fischio cuocete per 15 minuti, altrimenti ci vorrà un'oretta.
 
 
In un pentolino mettete i 100 grammi di parmigiano grattuggiato.
 
 
Aggiungete la panna fresca e sempre mescolando portate a ebollizione.
 
 
Aggiungete le due bustine di zafferano. Spegnete il fuoco e mescolate.
 
 
Ecco la salsina di parmigiano è pronta.
 
 
 Con un frullino ad immersione frullate la vellutata e aggiungete la salsa di parmigiano. Assaggiate se manca sale e pepe. Se vi risulta troppo densa diluitela con un pò di brodo , se invece troppo liquida fatela bollire e consumare un pò.

 
Io l'ho servita con al centro un cestino di grana , ho messo in una padella antiaderente 2 cucchiai di parmigiano e l'ho fatto sciogliere.
 
 
Quando inizia a prendere colore , prendete una paletta da cucina e staccatelo dalla pentola
 

E appoggiatelo sopra a un bicchierino e fatelo raffreddare. Ponetelo in centro della vellutata fumante.
E buon appetito
Alla prossima ricetta
Antonella













Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...