lunedì 10 gennaio 2011

foie frais de canard


IL foie frais de canard in italiano significa: fegato fresco d' anatra. Io conoscevo solo il pate' di fois gras. Il fegato fresco viene tagliato e cucinato in padella e durante la cottura fuoriesce tutto il suo grasso.E' una pietanza ipercalorica.
Il gusto e' delicato e piace anche a chi non ama il fegato , come a mio marito.
Viene accompagnato dalle mele e uvetta glassate nel grasso del fegato. Percio' il gusto e' agrodolce.
Qui siamo in Francia e non sono io che cucino, ma il mio maestro chef, miocugino Jean Manuel, io prendo appunti e faccio le foto.Ho 2 fegati d' anatra in freezer che aspettano di essere cucinati.

INGREDIENTI
1 fegato d' anatra- foie frais
una noce piccolissima di burro
2 mele golden
un po' di uvetta
valeriana o spinacine
condite con olio sale e aceto balsamico
sale e pepe

Ecco il fegato, quando sono andata in macelleria per acquistarlo io volevo
quello rosso, non sapendo la lingua insistevo che volevo quello accanto che era
un normale fegato di vitello.
Dopo tante insistenze da parte mia, il macellaio mi ha portato un fegato
d' anatra cucinato, allora l' ho riconosciuto.

Sporcare una padella con pochissimo burro.
tagliare il fegato a fette di circa 2 cm

disporlo nella padella a fuoco vivo,
ora come si puo' vedere dal fegato fuoriesce il grasso, abbassare un po' la
fiamma.
Prendere un' altra padella e mettete un po' di sugo preso dalla padella che
contiene il fegato,

qui dovete mettere le mele tagliate a pezzetti
cucinate a fuoco moderato
continuate a cucinare le mele e mescolarle, intanto spegnete l' altra pentola.
Quando le mele saranno glassate e avranno questa colorazione,
aggiungete l' uvetta, salate e pepate.

scaldate il fegato e impiattiamo.

sotto mettiamo le mele, sopra adagiamo il foie frais e sopra mettiamo
la valeriana o i spinacini conditi.
provate ne vala la pena.

Io di vini non ci capisco niente, ma questa e' la bottiglia di vino che
abbiamo bevuto con il foie frais, devo dire che era molto buono.
Ringrazio tanto di cuore Jean Manuel e Nadia per la loro ospitalita',
e' stata una settimana da sogno, tutto e' stato perfetto .
Grazie Jean Manuel per la tua lezione di cucina, ora provero' a fare il
dolce, vedrai ce la faro', quando verrai a Grado te lo faro' assaggiare.

ANTONELLA

4 commenti:

Francesca ha detto...

Sono un pò titubante su questo piatto... ma mi fido di te, se dici che è buono. E dire che amo le frattaglie, con questo piatto il colesterolo sale a vista d'occhio?? ^_-
Bacioni,
Franci

Stefania ha detto...

Una vera ricetta sciccosa, bravissimi :) ciao

Alda e Mariella ha detto...

Ricetta molto raffinata e pensiamo anche buona!
Baci!

Isa ha detto...

Fortunella, avere mangiato del foie gras de canard e poi accompagnato da Jurançon. Non sono riuscita quest'anno ad avere un foie gras come l'anno scorso per potere fare una terrina. Sarà per una prossima volta.
Conosco il Jurançon, ricordi di gioventù, purtroppo qui non si trova.
Un abbraccio e buona settimana

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...