giovedì 22 luglio 2010

la paella




LA PAELLA






Ieri sono andata a Trento per mangiare la miglior paella alla Valenciana, quella di mio fratello.Intanto che lui cucinava io guardavo con attenzione, prendevo appunti e facevo le fotografie.


Mi sono anche documentata sull'origine della paella....





La prima, vera, Paella nasce a Valencia ed è, come per la maggior parte dei piatti tradizionali, frutto della fantasia popolare dei contadini, gente umile e povera, che lavoravano nelle campagne e nelle risaie e che, all'ora di pranzo, si riunivano e preparavano questo piatto con tutto ciò che .avevavo a disposizione: riso, anatra, coniglio, fagiolini, pomodoro, zafferano .



Oggi la Paella è uno dei piatti più amati e conosciuti in tutto il mondo.


La parola "Paella", deriva dal latino "patella" da cui deriva anche l'italiano padella e indica, appunto, una padella in ferro molto larga e poco profonda munita di due impugnature opposte, che veniva utilizzato soprattutto dai Valenciani per cucinare piatti a base di riso .



INGREDIENTI



Olio di oliva, 2 spicchi di aglio,1 peperone,fagiolini, cuori di carciofo,fave bianche, pomodori,riso, petto di pollo,coniglio,puntine di maiale ,cozze, scampi, calamari , seppie,pesce in trancio, capesante,zafferano,fumetto di pesce,vino bianco.



PROCEDIMENTO PER IL FONDO



Tagliare a dadini la seppia,il pollo , il coniglio e le puntine di maiale. Mettere in una pentola l'olio e quando e' caldo buttare la carne. Nel frattempo passare al mixer mezzo peperone 2 spicchi d'aglio e 2 pomodori. Quando la carne ha preso colore ,aggiungere la seppia tagliata, il soffritto appena mixato e mescolare per 2 minuti e inaffiare con un bicchiere di vino bianco. Aggiungere una bustina di zafferano e ricoprire il tutto con una parte di fumetto di pesce . Lasciare cucinare a fuoco lento per 20 minuti circa.



Sulla PAELLA mettiamo un filo d'olio e tostiamo il riso e aggiungiamo il fondo preparato prima,mescolare e aggiungere un po' di fumetto, abbassare il fuoco. Disporre il resto degli ingredienti come nella foto, aggiungere il fumetto con l' aggiunta di un'altra bustina di zafferano, fino a coprire il tutto . Alzare il fuoco al massimo e al primo bollore prendere la paella e metterla in forno preriscaldato a 250 gradi per 15 minuti o fino a quando il fumetto e' totalmente assorbito.Toglierlo dal forno e lascio riposare per alcuni minuti. Servirlo con spicchi di limone. QUE PROVECES.....buon appettito




Questa ricetta e' stata scritta a quattro mani, da Antonella e Fabiano









8 commenti:

Federica ha detto...

Oggi è la seconda paella che vedo ed è la seconda volta che i miei occhi diventano così (o)_(o)!!! Di sicuro un lavoro non da poco, ma che soddisfazione potersela gustare. Paella a 4 mani...complimenti a due voci; te e il fratellino siete stati grandi. Un abbraccio

Fabiola ha detto...

Mai mangiata, bravi a tutte due......

CRI ha detto...

Bravissimi, è molto invitante. ma quella sedia vuota era per me???? =__^ buon fine settimana. Bacio.

stefania.confidential ha detto...

Bravi a tutte e due..ci farei un pensierino, bella davvero !! buon fine settimana

memmea ha detto...

Antonella la tua cucina mi piace davvero tanto. Complimenti!!!!!! Tante tante idee.

Valentina ha detto...

neanche questo ho mai mangiato ma testarda come sono voglio quella patella per farla ma sarà dura trovarci posto nella mia cucina, ma ci riuscirò, prima degli ingredienti vado a procurarmi la "patella"

lucy ha detto...

come ho già detto la paella è il piatto davanti al quale mio marito mia ha chiesto in sposa per cui mi commuove sempre.la tua è veramente bella e scenografica!!

Gloria ha detto...

Que paella más bonita y mas otiginal, me ha encantado por su vistosidad.
Gracias por tu visita y encantada de conocerte, yo también me pasare por tu cocina.
Un beso guapa

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...